Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Mozioni particolari – Comitato 25-27 aprile

Approvata

Mozione particolare per l’istituzione di un registro dei malati tumorali

Mozione Particolare che impegna Radicali Italiani a compiere un’opera di pressione agli enti competenti (Regioni, ASL, Province, Comuni), con il sostegno dei militanti Radicali e delle Associazioni territoriali Radicali attraverso iniziative politiche come convegni o raccolte firme per petizioni o delibera popolare affinché venga istituito sull’intero territorio nazionale “IL REGISTRO DEI MALATI TUMORALI”.

Premesso che,

  • sull’intero territorio nazionale molteplici sono i fattori che determinano un forte inquinamento ambientale, come discariche abusive o non a norma, attività estrattive di cemento con conseguente rilascio di polvere sottili dannose per l’ambiente e per le popolazioni residenti nelle aree, quando si usa CDR (Combustibile Derivato dai Rifiuti); inoltre va aggiunto l’inquinamento delle coste e dei corsi d’acqua in cui spesso si riversano rifiuti in maniera illegale e senza nessuna depurazione;
  • la disastrosa situazione della giustizia italiana, condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo e dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, determina un’assenza di illegalità che aggrava ulteriormente i danni dell’inquinamento ambientale;

Considerato che,

  • questi fattori hanno un forte impatto negativo sulla salute dei cittadini, come dimostrato da numerose ricerche scientifiche tra cui quella dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) la quale riporta che negli ultimi 30 anni si è verificato un incremento delle patologie tumorali, dovuto anche all’inquinamento di aria, acqua, alimenti ecc.;

Osservato che,

  • sull’intero territorio nazionale manca uno strumento che possa monitorare l’impatto dell’inquinamento sulla salute dei cittadini, infatti, se l’esistenza dei REGISTRI DEI MALATI TUMORALI raggiunge il 50% nelle province del nord Italia scende al 25,5 % al centro e al sud e nelle isole raggiunge il minimo con il 23,7 % della copertura (dati aggiornati ad ottobre 2011 Associazione Italiana Registri Tumori) ;
  • il REGISTRO DEI MALATI TUMORALI, è l’unico strumento per sapere quante persone residenti in un determinato territorio sono malate di cancro e di che tipo. Le informazioni registrate sono vitali per la ricerca e permettono di studiare i motivi che hanno determinato il sorgere del male e a individuare un dato legame tra una particolare forma di inquinamento e una particolare forma di patologia tumorale. Quindi, i dati acquisiti permettono di monitorare l’andamento di ogni a forma di patologia, studiare le terapie, e valutare l’efficacia della prevenzione e di screening;
  • l’importanza dell’istituzione dei registri dei malati tumorali è stata evidenziata anche dall’ex Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, in una risposta scritta ad un’interrogazione dei deputati radicali (prima firma Zamparutti, C.4/09207 del 27/10/2010) in cui si impegnava ad inserire in un disegno di legge governativa una norma che rispondesse alle esigenze della sanità pubblica, oltre che alle sollecitazioni dell’interrogazione stessa.

Ritenuto ciò,
il Comitato Nazionale di Radicali Italiani impegna il movimento a condurre iniziative (convegni, raccolte di firme per  petizioni e/o delibere popolari) attraverso i militanti e le Associazioni territoriali Radicali affinché IL REGISTRO DEI MALATI TUMORALI venga istituito nel maggior numero delle province Italiane.

Prima firma: Luca Bove

Raccomandazione

Accolta dal Segretario a condizione che si tratti di un confronto tra diverse posizioni

Si raccomanda al segretario di dare visibilità nelle sedi che riterrà opportune (direzione, comitato, eventuali commissioni) a quello che riguarda l’argomento della Fusione Fredda o LENR (congressi aggiornamenti link sull’argomento).

Prima Firma: Laura Vantini

27 Aprile 2012