Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Regolamento del Congresso

Il Congresso si svolgerà interamente online.

1.    MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

1.1.        Per registrarsi al Congresso e godere dei diritti di elettorato attivo e passivo, nonché del diritto di intervenire, gli iscritti e i non iscritti devono compilare il form di registrazione sul sito radicali.it specificando il proprio nome e cognome e l’indirizzo email al quale inviare le credenziali per esercitare il diritto di voto. I registrati riceveranno mail di risposta di avvenuta registrazione. 

1.2.        Le registrazioni al Congresso si chiudono mercoledì 24 febbraio (alle ore 24) in relazione alle votazioni previste nella giornata di sabato 27 febbraio e si chiudono domenica 28 febbraio (alle ore 24) in relazione al deposito dei documenti e alle votazioni previste nelle giornate di venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 marzo, come previsto nell’ordine dei lavori. Alla chiusura delle registrazioni verranno inviate via mail le credenziali per esercitare i propri diritti di iscritto.

2.    COMPOSIZIONE DELLA PRESIDENZA E MODALITA’ DI INTERVENTO

2.1 Fanno parte della Presidenza del Congresso il Presidente, il Segretario, il Tesoriere, i membri di Direzione e di Giunta, il Presidente e i vicepresidenti del Comitato nazionale di Radicali italiani, gli ex segretari di Radicali Italiani e del Partito Radicale iscritti al Movimento e i parlamentari italiani, i parlamentari europei, i consiglieri regionali iscritti, nonché coloro che vengano nominati dal Presidente o Segretario del Movimento per coadiuvare i lavori come Ufficio di Presidenza.

2.2 I componenti della Presidenza possono intervenire in ogni fase del dibattito al di fuori delle iscrizioni a parlare, dopo il termine del secondo intervento successivo al momento in cui la richiesta è stata avanzata, per un tempo definito dal Presidente di turno.

2.3 Gli interventi nel dibattito generale hanno la durata massima di 10 minuti per i congressisti iscritti al Movimento e di 5 minuti per i congressisti non iscritti. I congressisti non iscritti possono intervenire una sola volta. La Presidenza fissa il termine delle iscrizioni a parlare e lo comunica al Congresso con almeno due ore di preavviso. È facoltà della Presidenza, a seguito della valutazione sull’andamento del dibattito e sul numero dei richiedenti parola, di modificare la durata massima degli interventi nel dibattito generale.

2.4 La Presidenza ha la facoltà di dare la parola agli invitati e alle personalità presenti.

3.    PUBBLICITÀ DEI LAVORI E STRUMENTI PER INTERVENIRE

3.1.        I lavori del Congresso si svolgeranno su piattaforma Zoom, accessibile a tutti i registrati tramite link comunicato via mail e reso pubblico sul sito del Movimento.

3.2.        Si prevede la diretta via Facebook e YouTube di tutti i lavori. 

3.3.        Gli iscritti e i non iscritti registrati potranno intervenire ai lavori del Congresso inviando la richiesta tramite il sito congresso.radicali.it.

3.4.        Gli iscritti registrati potranno chiedere di intervenire per voto favorevole, contrario o astenuto per le votazioni dei documenti inviando la richiesta tramite chat Zoom. 

3.5.        Accedendo al sito congresso.radicali.it sarà possibile, per tutta la durata dei lavori congressuali, controllare l’ordine degli iscritti a parlare, leggere i documenti presentati e le sottoscrizioni pervenute, l’ordine dei lavori e il regolamento del Congresso, consultare gli esiti delle votazioni e le candidature presentate, nonché interagire con gli altri congressisti. 

4.    COMMISSIONI

4.1.        Le Commissioni congressuali sono online, aperte e raccolgono su una sezione apposita del sito di Radicali Italiani i contributi inviati dagli iscritti.

4.2.        I Relatori di ciascuna Commissione riferiscono in dibattito generale sui risultati dei lavori per un tempo non superiore a 20 minuti.

5.    MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E SOTTOSCRIZIONE DOCUMENTI

5.1.        Come da statuto, l’elettorato attivo e passivo e la possibilità di presentare documenti è riservata agli iscritti del Movimento. Hanno diritto di voto i congressisti iscritti al 2020, che abbiano perfezionato il versamento della quota associativa entro le 12.00 del 22 febbraio 2021.

5.2.        Gli aventi diritto presentano i documenti da sottoporre al Congresso inviandoli tramite il sitocongresso.radicali.it riportando obbligatoriamente il tipo di documento (mozione generale, mozione particolare, raccomandazione) e nome e cognome di chi propone il documento (primo firmatario)[1], unitamente allo username comunicato con l’invio delle credenziali di voto.

Tutte le mail dovranno avere presente per esteso ed in chiaro il proprio nome e cognome che non verranno desunti dall’indirizzo email.

5.3.        Tutti gli iscritti che vogliono sottoscrivere i documenti possono farlo tramite il sito congresso.radicali.it.

5.4.        I documenti che raggiungeranno il numero di sottoscrizioni necessarie nel tempo limite per la presentazione di documenti o emendamenti si considerano presentati in tempo utile.

6.    MOZIONI DI SFIDUCIA ALLA PRESIDENZA

6.1.        Le mozioni di sfiducia alla Presidenza devono essere presentate e sottoscritte secondo le modalità di cui al precedente articolo da almeno un quinto dei congressisti iscritti, che risultino registrati al Congresso all’apertura di ogni giornata di lavori.  

6.2.        Le mozioni di sfiducia sono poste in discussione e votazione dalla Presidenza stessa seguendo le modalità di voto di cui all’articolo 12. Prima del voto la Presidenza dà la parola per 5 minuti ad almeno un favorevole e un contrario. 

7.    EMENDAMENTI ALLE PROPOSTE DI ORDINE DEI LAVORI E DI REGOLAMENTO

Gli emendamenti alle proposte di ordine dei lavori e di regolamento vanno presentati secondo le modalità di cui all’articolo 5 entro il termine delle relazioni del Segretario e del Tesoriere e non possono essere sub-emendati. Gli emendamenti messi in votazione vengono illustrati dai presentatori con interventi della durata massima di 5 minuti. Ogni congressista iscritto può presentare un solo emendamento, anche complessivo, sull’ordine dei lavori, e uno sulle norme regolamentari. Le proposte di regolamento e di ordine dei lavori sono pubblicate sul sito congresso.radicali.it almeno dieci giorni prima dell’inizio dei lavori e approvate al termine delle relazioni del Segretario e del Tesoriere. 

8.             MOZIONI GENERALI, MOZIONI PARTICOLARI, EMENDAMENTI

8.1          Le mozioni generali devono essere sottoscritte da non meno di un quinto dei congressisti iscritti che risultino registrati entro il 24 febbraio (alle ore 24). Ciascun congressista può sottoscrivere una sola Mozione generale. Il numero dei congressisti iscritti è comunicato dalla Presidenza al momento stabilito dall’ordine dei lavori. 

8.2          Le mozioni particolari devono essere sottoscritte da almeno un quinto dei congressisti iscritti registrati secondo il termine stabilito dal comma precedente e vengono discusse e poste in votazione con le stesse modalità previste per le mozioni generali.

8.3          Ciascun documento può essere illustrato dal primo firmatario, o da uno dei presentatori da lui indicato, per un limite massimo di 10 minuti per le mozioni generali, di 5 minuti per quelle particolari e di 3 minuti per le raccomandazioni.

8.4          Gli emendamenti alle mozioni generali sono sottoscritti da almeno un quinto dei congressisti iscritti (calcolati secondo il criterio stabilito al comma 8.1), devono essere presentati all’Ufficio di Presidenza entro il limite stabilito dall’ordine dei lavori. Ciascun congressista può presentare una sola proposta, anche complessiva, di emendamento a ciascuna mozione generale e una sola raccomandazione. 

8.5          Le raccomandazioni devono essere sottoscritte da almeno cinque congressisti iscritti registrati. 

8.6 La Presidenza, all’inizio della fase conclusiva dei lavori e secondo quanto stabilito con l’ordine dei lavori, procede alla lettura delle mozioni particolari e delle raccomandazioni presentate, quindi dà la parola per l’illustrazione delle mozioni particolari. Gli interventi dei congressisti possono essere limitati nel numero e nella durata, in relazione alle esigenze poste dall’ordine dei lavori e dall’andamento generale dei lavori.

8.7          Terminate le votazioni sugli emendamenti, la Presidenza procede alla messa in votazione delle mozioni particolari, quindi alla discussione e votazione delle mozioni generali (nella giornata successiva, secondo quanto stabilito dall’ordine dei lavori), dando la parola per le dichiarazioni di voto a un numero limitato di iscritti favorevoli, contrari e astenuti. Durata e numero delle dichiarazioni di voto sono stabiliti, per ciascuna votazione, dalla Presidenza. 

8.8          Terminato il dibattito sulle mozioni generali, si procede all’esame degli emendamenti relativi. Qualora gli emendamenti alle mozioni non siano accolti dai presentatori dei documenti cui sono rivolti (l’accettazione deve essere espressa dal primo firmatario), la Presidenza dà la parola per l’illustrazione a uno dei presentatori dell’emendamento. Su ciascuno di essi la Presidenza ammette una dichiarazione di voto favorevole e una contraria. 

9.     MODIFICHE STATUTARIE 

9.1.        Le proposte di modifica dello Statuto devono essere presentate con le modalità di cui all’articolo 5, alla Presidenza entro la scadenza fissata dall’ordine dei lavori e devono essere sottoscritte da almeno un quinto dei congressisti iscritti che risultino registrati entro il 24 febbraio (alle ore 24). 

9.2.        Ciascun congressista iscritto non può presentare più di una proposta, anche complessiva, di modifica dello Statuto.

9.3.        Ciascuna proposta di modifica può essere illustrata da uno dei presentatori per un tempo stabilito dalla Presidenza. La Presidenza procede alla votazione dopo aver dato la parola per dichiarazioni di voto a un numero limitato di iscritti favorevoli e contrari.

9.4.        Le proposte di modifica dello Statuto non sono emendabili. Le proposte di modifica complessiva possono essere poste in votazione per parti separate.

10.  MODALITÀ DI VOTAZIONE DEGLI ORGANI DIRIGENTI

10.1.     Dopo l’approvazione delle mozioni si procede all’elezione a scrutinio segreto, contestuale o successiva, del Presidente, del Segretario, del Tesoriere, di 40 membri del Comitato nazionale in base all’art. 8 dello Statuto, di 3 membri effettivi e 2 supplenti del Collegio dei Revisori dei conti. Ogni congressista iscritto e registrato ha diritto di elettorato attivo e passivo e vota con le modalità di voto online descritte al successivo articolo 11. 

10.2.     Ciascun congressista iscritto e registrato che intenda candidarsi a membro del Comitato nazionale o a membro del Collegio dei Revisori dei conti deve farlo comunicando personalmente la propria candidatura alla Presidenza tramite il sito congresso.radicali.it entro il termine previsto dall’ordine dei lavori. La Presidenza, dopo aver validato le candidature, ne dà pubblicità. 

10.3.     Per la votazione dei membri del Collegio dei Revisori dei conti ogni congressista iscritto è chiamato ad apporre fino a 2 nominativi. Risultano eletti membri effettivi i primi 3 candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti, e supplenti i secondi 2 candidati; in caso di ex aequo, la posizione viene assegnata mediante sorteggio, tramite il sito www.random.org secondo le modalità previste all’art. 11.3 del presente Regolamento. I candidati eccedenti il plenum del Collegio dei Revisori dei conti saranno chiamati alla copertura dei posti eventualmente resisi vacanti fino al Congresso successivo.

10.4.     Per la votazione dei membri del Comitato nazionale ogni congressista iscritto è chiamato ad apporre sulla scheda online fino a 4 nominativi.

10.5.     Per la definizione degli eletti al Comitato nazionale si procede nella stesura di una graduatoria in base ai voti ottenuti. Nel caso di ex aequo, la posizione viene assegnata mediante sorteggio, tramite il sito www.random.org secondo le modalità previste all’art. 11.3 del presente Regolamento. I candidati eccedenti il plenum del Comitato saranno chiamati alla copertura dei posti eventualmente resisi vacanti fino al Congresso successivo.

11. REGOLAMENTO PER L’ESTRAZIONE A SORTE DEI MEMBRI DEL COMITATO NAZIONALE

11.1 Entro 15 giorni dalla chiusura del Congresso si effettua, in luogo e orario reso pubblico sul sito del Movimento www.radicali.it, l’estrazione pubblica degli eletti previsti dall’art. 8 dello Statuto tra coloro che si sono iscritti almeno 2 volte, negli ultimi 3 anni, a Radicali italiani, come previsto dall’art. 8 dello Statuto.

11.2 Rientrano nell’elezione a sorteggio anche i candidati al Comitato di Radicali Italiani non eletti al Congresso, che risultino iscritti al Movimento almeno 2 volte negli ultimi 3 anni. Nel caso in cui uno di questi dovesse essere sorteggiato, e decida di accettare l’elezione, verrà escluso dagli eventuali subentri della lista dei non eletti al Comitato di Radicali Italiani. Non può subentrare un membro già eletto, in una delle due forme congressuali, e decaduto.

11.3 L’estrazione avviene inserendo l’elenco delle persone, che soddisfano i requisiti richiesti, nel sito www.random.org, generando così l’elenco casuale che sarà reso pubblico sul sito del Movimento www.radicali.it.

11.4 Le prime 5 persone dell’elenco così generato sono invitate a far parte del Comitato di Radicali italiani. In caso di rifiuto, di non risposta, di dimissioni o di decadenza, trascorsi 7 giorni lavorativi è invitata la persona successiva, seguendo lo stesso elenco casuale già generato (non si procede a nuova estrazione). Chiunque può richiedere di sapere quale è la sua posizione in graduatoria.

11.5 L’invito è spedito da Radicali italiani attraverso sms e/o email; qualora tali contatti non siano disponibili, è inviata lettera con posta prioritaria.

11.6 Qualora Radicali italiani non riceva dalla persona estratta alcuna risposta entro la mezzanotte del settimo giorno lavorativo successivo al giorno dell’invio dell’invito, questo si intende ritirato e si procede quanto prima all’invito della persona successiva.

11.7 Coloro che decidono di non accettare l’elezione, devono darne comunicazione scritta alla mail info@radicali.it.

11.8 Gli eletti tramite sorteggio dovranno iscriversi al Movimento per l’anno in corso, a pena di decadenza, ai sensi dell’art. 8 dello Statuto.

12. MODALITÀ DI VOTO ONLINE

12.1.     Tutte le votazioni saranno on line tramite piattaforma ELIGO la quale garantisce l’anonimato per le votazioni a scrutinio segreto (vedi cariche). A questo link sono disponibili le istruzioni per il funzionamento del voto on line. 

12.2.     Il Presidente, coadiuvato dall’Ufficio di Presidenza, avrà cura di inserire i nominativi degli iscritti, che si registrano attraverso invio email, in un database che verrà poi utilizzato per inviare le credenziali per le operazioni di voto. L’Ufficio di Presidenza si occuperà di aggiornare durante i lavori l’elenco delle presenze degli iscritti così da avere un quadro informato per comunicazioni e conteggio degli aventi diritto al voto.

12.3.     Prima dell’inizio delle operazioni di voto, la Presidenza comunica al Congresso il numero totale degli iscritti registrati e ne dà lettura.

Le presenze registrate entro il 24 febbraio 2021 (ore 24) determinano il quorum necessario per la presentazione dei documenti.

REGOLAMENTO DEL VOTO ON LINE

1.             Per poter esercitare il diritto di voto online gli iscritti devono compilare il form di registrazione sul sito radicali.it specificando il proprio nome e cognome e l’indirizzo email al quale inviare le credenziali per esercitare il diritto di voto. La Presidenza registra e aggiorna le presenze come da ordine dei lavori e le comunica al Congresso.

2. La Presidenza comunica l’inizio delle operazioni di voto, come da ordine dei lavori, all’interno del Congresso online e dandone comunicazione attraverso la chat di Zoom.

3. Le operazioni di voto si suddividono in 4 sessioni:

· modifica statutaria

· mozioni generali

· mozioni particolari

· elezione cariche

Dopo la chiusura della prima e seconda registrazione, la Presidenza invia, all’indirizzo email preventivamente comunicato dai singoli iscritti in sede di registrazione, le credenziali per accedere alla piattaforma ELIGO. Le credenziali ricevute la prima volta sono valide per tutte le votazioni successive.

5. Prima dell’inizio della sessione riguardante le modifiche statutarie, la Presidenza si accerta che tutti gli iscritti registrati abbiano ricevuto le credenziali per accedere alla piattaforma ELIGO.

6. Una volta verificato che tutti gli iscritti registrati abbiano ricevuto le credenziali per l’accesso alla piattaforma ELIGO, la Presidenza dà inizio alle votazioni specificando numero e oggetto della votazione (es. modifica statutaria 1,2,3 ecc.).

7. La Presidenza dichiara aperta la votazione. Per votare gli iscritti registrati devono accedere alla piattaforma ELIGO con le stesse credenziali ricevute precedentemente.

7.1 Prima della chiusura del voto la Presidenza chiede se tutti gli iscritti registrati sono riusciti a votare.

7.2 La Presidenza annuncia che è in procinto di chiudere l’operazione di voto.

7.3 La Presidenza dichiara la chiusura del voto.

7.4 Alla fine di questa procedura, la Presidenza dichiara definitivamente chiusa la votazione.

7.5 La Presidenza legge l’esito della votazione e contestualmente rende pubblico il risultato sul sito congresso.radicali.it.

8. Per tutte le singole votazioni verrà utilizzata la procedura come da art. 7.


[1] Esempio [mozione particolare – Mario Rossi].

Nel caso di emendamenti, l’oggetto conterrà la dicitura “Emendamento” seguita da nome e cognome proponente seguita da mozione generale o mozione particolare primo firmatario.

Esempio [Emendamento Mario Rossi a Mozione Generale a prima firma Luigi Attanasio].