Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Manifesto per le città

ISCRIVITI ORA A RADICALI ITALIANI

Con Radicali italiani puoi lottare per ciò in cui credi e diventare parte attiva dell’unica realtà politica che ha sempre promosso libertà e diritti. 

Notizie e comunicati

Leggi tutti i comunicati >
Colosseo Roma

Roma, garanti per primarie vere, pronti a scrivere regole con PD e Azione

“In vista della riunione di domani sera del tavolo del centro sinistra, annunciamo fin da subito di essere disponibili per scrivere un vero regolamento per le primarie del centro sinistra”,[…]

Read more

Giustizia: su ergastolo ostativo siamo con Cartabia

I tempi sono maturi per fare un passo avanti verso una società orizzontale in cui lo Stato garantisce diritti, doveri e libertà di tutti.

Read more

Depanalizzare eutanasia, il 20 aprile depositiamo quesito referendario

Martedì 20 aprile presso la Suprema Corte di Cassazione depositeremo il quesito referendario per depenalizzare l’eutanasia.

Read more

SCEGLI DI ESSERCI

Dal 2001 migliaia di persone hanno sostenuto le nostre battaglie radicali con la loro iscrizione o con una donazioni.
Da oggi puoi scegliere di destinare il tuo 2×1000 a Radicali Italiani: è un nuovo modo che hai per sostenere Radicali Italiani e non ti costa nulla.

SCOPRI DI PIÙ >

BASTA MERDA IN MARE

In Italia un terzo degli scarichi urbani e industriali va a finire direttamente nei fiumi o nel mare senza alcuna depurazione. Oltre all’inquinamento immane queste irregolarità sono costate agli ignari cittadini italiani già 124 milioni di euro di sanzioni.

PROPOSTE RADICALI PER LA LEGALIZZAZIONE

È ora di piantarla con l’ipocrisia. Legalizzare la cannabis significa mettere fine agli affari delle mafie, significa riconoscere ai cittadini la libertà di consumare in modo più sicuro e responsabile, la libertà di curarsi o di intraprendere un’attività economica nella piena legalità.

CHIUDIAMO I CONTI CON IL PASSATO

Dopo venti anni di veleni e centinaia di milioni di euro spesi le aree contaminate nel nostro Paese mettono ancora a repentaglio la salute di milioni di persone. È arrivato il momento di chiudere i conti con il passato e bonificare l’Italia dei veleni.