Scrivi S47 nella dichiarazione dei redditi.

Leggi di più: info 2x1000


Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Una via per Navalny

Newsletter

La newsletter di Radicali Italiani che racconta le attività e le campagne Radicali e raccoglie le notizie, le iniziative e gli appuntamenti salienti del momento; l’informazione Radicale arriva con Cronache Radicali, chiedi di riceverla!

Notizie e Blog

NOTIZIE »BLOG »

L’Europa è pronta a rendere l’aborto un diritto fondamentale?

Nella giornata di ieri il 𝗣𝗮𝗿𝗹𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗘𝘂𝗿𝗼𝗽𝗲𝗼 in una risoluzione non vincolante approvata con 336 voti favorevoli, 163 contrari e 39 astenuti, chiede di inserire il diritto all’𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗿𝘂𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝘃𝗼𝗹𝗼𝗻𝘁𝗮𝗿𝗶𝗮 𝗱𝗶[…]

Read more

Bolzano: costernati da proiezione di film di propaganda putiniana

Siamo costernati nell’apprendere dai mezzi di informazione che venerdì sera il Cineforum di Bolzano ha in programma la proiezione presso l’Auditorium in via Roen della pellicola “Il testimone”, prodotto cinematografico[…]

Read more

Hallissey: dal DEF meno crescita e più debito, nulla per i giovani

Meno crescita e più debito, questo il bilancio dell’attività del governo e del Documento di economia e finanza che arriverà martedì prossimo in Consiglio dei ministri. Le promesse del Governo[…]

Read more

SCEGLI DI ESSERCI

Dal 2001 migliaia di persone hanno sostenuto le nostre battaglie radicali con la loro iscrizione o con una donazione.
Da oggi puoi scegliere di destinare il tuo 2×1000 a Radicali Italiani: è un nuovo modo che hai per sostenere Radicali Italiani e non ti costa nulla.

SCOPRI DI PIÙ >

Una campagna per garantire a tutte le persone il libero accesso all’aborto.
Attraverso azioni informative e proposte di legge, per preservare il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza.

Legalizzare la cannabis significa mettere fine agli affari delle mafie, significa riconoscere ai cittadini la libertà di consumare in modo più sicuro e responsabile, la libertà di curarsi o di intraprendere un’attività economica nella piena legalità.

Il carcere non si racconta, lo devi vedere!
Parliamo di luoghi pubblici, che rimangono inaccessibili ai nostri occhi. Per questo abbiamo lanciato la nostra campagna per aprire alla cittadinanza tutte le carceri d’Italia,
è un gesto interamente politico.