Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Referendum eutanasia legale

ISCRIVITI ORA A RADICALI ITALIANI

Con Radicali italiani puoi lottare per ciò in cui credi e diventare parte attiva dell’unica realtà politica che ha sempre promosso libertà e diritti. 

Notizie e comunicati

Leggi tutti i comunicati >
Colosseo Roma

Stadio Roma: tempi Frongia incompatibili. Nuova amministrazione selezioni aree

“In queste ore sembra scorgersi l’inizio di un nuovo promettente futuro per la Roma ma se la città e i tifosi dovessero affidarsi alle parole dell’assessore Frongia sarà un futuro[…]

Read more

Libia: Parlamento interrompa sostegno a guardia costiera

E’ importante che ci sia una reazione netta e dura di fronte all’assurda e gravissima aggressione subita ancora una volta in mare da pescatori italiani

Read more

Covid: vaccinazione è globale e di massa o non è

La condivisione dei vaccini anticovid e la deroga ai diritti della proprietà intellettuale sono una necessità di sanità pubblica transnazionale

Read more

SCEGLI DI ESSERCI

Dal 2001 migliaia di persone hanno sostenuto le nostre battaglie radicali con la loro iscrizione o con una donazioni.
Da oggi puoi scegliere di destinare il tuo 2×1000 a Radicali Italiani: è un nuovo modo che hai per sostenere Radicali Italiani e non ti costa nulla.

SCOPRI DI PIÙ >

BASTA MERDA IN MARE

In Italia un terzo degli scarichi urbani e industriali va a finire direttamente nei fiumi o nel mare senza alcuna depurazione. Oltre all’inquinamento immane queste irregolarità sono costate agli ignari cittadini italiani già 124 milioni di euro di sanzioni.

PROPOSTE RADICALI PER LA LEGALIZZAZIONE

È ora di piantarla con l’ipocrisia. Legalizzare la cannabis significa mettere fine agli affari delle mafie, significa riconoscere ai cittadini la libertà di consumare in modo più sicuro e responsabile, la libertà di curarsi o di intraprendere un’attività economica nella piena legalità.

CHIUDIAMO I CONTI CON IL PASSATO

Dopo venti anni di veleni e centinaia di milioni di euro spesi le aree contaminate nel nostro Paese mettono ancora a repentaglio la salute di milioni di persone. È arrivato il momento di chiudere i conti con il passato e bonificare l’Italia dei veleni.