Scrivi S47 nella dichiarazione dei redditi.

Leggi di più: info 2x1000


Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Siamo stati gli unici a denunciare da subito “Dalla Russia con amore”, ora Salvini revochi patto con Russia Unita

6 Giugno 2022

“Salvini revochi l’accordo tra Lega e Russia Unita di Putin e Conte dica la verità. Il ministero degli Esteri russo attacca i media italiani dicendo che vogliono ‘dipingere la missione russa anti-Covid in Italia nel 2020 come un’operazione di spionaggio e che questo “danneggia le relazioni tra Mosca e Roma’. Seguono malcelate minacce a esponenti delle istituzioni italiane”, lo dichiarano in una nota Massimiliano IervolinoIgor Boni e Giulio Manfredi, segretario, presidente e membro di giunta di Radicali Italiani.

“Il 22 marzo 2020, mentre gli italiani erano reclusi in casa, a Pratica di mare erano sbarcati 123 militari da undici velivoli; il comando era nelle mani del generale Sergey Kikot. Come Radicali Italiani denunciammo ovunque questa follia  e scrivemmo una lettera aperta all’allora premier Conte senza ottenere risposta. Scrivemmo a Conte perché la missione fu concordata direttamente da Putin e dal nostro presidente del Consiglio. Una missione di spionaggio a spese dei cittadini italiani, dato che è costata 3 milioni di euro.

Queste minacce russe sono la riprova che la missione è  servita a carpire informazioni riservate che oggi potrebbero mettere in imbarazzo rappresentanti politici e delle Istituzioni. Noi chiediamo a Conte nuovamente di fare chiarezza e di dire agli italiani come è nata questa missione.

Chiediamo altresì a Salvini di revocare l’accordo politico di collaborazione tra Lega e Russia Unita di Putin,  che ha firmato a Mosca nel 2017″, concludono. 

----

Se condividi le nostre lotte sostienile con il 2X1000, scrivi S47 nella dichiarazione dei redditi.

Leggi come: info 2x1000