fbpx
Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Libera di Abortire presenta l’azione civile per portare la vicenda del cimitero dei feti in tribunale a Roma

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Libera di Abortire presenta l’azione civile per portare la vicenda del cimitero dei feti in tribunale a Roma

9 Settembre 2021 @ 11:30 12:30

Conferenza Stampa

Libera di Abortire presenta l’azione civile per portare la vicenda del cimitero dei feti in tribunale a Roma

giovedì 9 settembre ore 11.30

Roma

sede Radicali Italiani

via Angelo Bargoni, 32-36

link Zoom: https://us06web.zoom.us/j/85348113617?pwd=YjNyRktITXZnUncweGNibkF4L25ndz09

La campagna Libera di Abortire per il diritto all’accesso all’aborto sicuro e informato, promossa da Radicali Italiani e da una rete di associazioni, presenta in conferenza stampa l’azione popolare intrapresa per portare in tribunale la vicenda del cimitero dei feti che si è verificata presso il cimitero Flaminio di Roma. 

Nel settembre 2019 Francesca Tolino affronta un travagliato aborto terapeutico. A distanza di qualche mese scopre il cimitero dei feti del Flaminio e una croce con il suo nome e cognome e la data del suo aborto. “Non ne sapevo nulla: nessuno mi ha mai chiesto il permesso e io non ho mai autorizzato. Dopo il trauma che mi hanno provocato, mi hanno pure seppellita viva”, dichiara.

Tolino, sostenuta da Radicali Italiani, intraprende l’azione popolare, il procedimento legale che qualsiasi cittadino può attivare qualora ritenga che sia stato leso un diritto della collettività. In questo caso il cimitero dei feti viene considerato una violazione del diritto alla privacy delle donne e una prassi complessivamente lesiva della loro libertà di scelta perché rappresenta un’ulteriore condanna e stigmatizzazione dell’aborto.

L’azione popolare contro l’ospedale San Giovanni Addolorata, ASL Roma 1 e Ama, ossia la catena di enti pubblici che concorrono alla procedura di raccolta e sepoltura del materiale biologico esito di un aborto, è stata presentata nel marzo 2021 al Tribunale di Roma da: Francesca Tolino; Radicali Roma, nelle persone del presidente e avvocato Francesco Mingiardi e dell’ex segretario Simone Sapienza e Radicali Italiani, nella persona di Giulia Crivellini, avvocata e tesoriera del partito. 

Il 13 settembre si terrà la prima udienza in Tribunale  in cui si richiede, in nome e a beneficio delle cittadine e dei cittadini romani, il risarcimento dei danni ai responsabili della consolidata e abusiva prassi dei cimiteri dei feti. In quella data il Comune, rappresentato dalla sindaca Virginia Raggi, deciderà se subentrare nell’azione popolare, sostituendo così i singoli  cittadini che ad oggi stanno portando avanti la causa. 

Parteciperanno alla conferenza stampa: 

Simone Sapienza, candidato al consiglio comunale per la lista Roma Futura

Francesca Tolino, candidata al consiglio comunale per la lista Roma Futura

Nella Converti, candidata al consiglio comunale per il Partito Democratico 

Isabella Borrelli, candidata al consiglio comunale per la lista Roma Futura

Alessandra Marchese, candidata al consiglio comunale per la lista Sinistra Civica Ecologista

Flavia Restivo, candidata al consiglio comunale per il Partito Democratico

Nastassja Habdank, responsabile pari opportunità GD Lazio e candidata al III Municipio per il Partito Democratico 

Scopri di più su Libera di Abortire

Sito: http://liberadiabortire.it/ 

Firma l’appello al ministro della Salute: https://liberadiabortire.it/lappello/ 

Facebook: https://www.facebook.com/liberadiabortireInstagram: https://www.instagram.com/liberadiabortire/