Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051 / +39 06 87763 053
info@radicali.it

Lazio: collegato legge importante, ma senza riforma sulla casa riserve su regolarizzazione

Sede Regione Lazio


“Nel collegato al bilancio che abbiamo approvato stanotte, accanto a molte norme importanti, ne sono state approvate alcune che affrontano il tema della casa e dell’abitare da due diverse angolazioni”. 

Così su Facebook Alessandro Capriccioli, capogruppo di +Europa Radicali al Consiglio regionale del Lazio. 

“La prima, che ho contribuito a promuovere e a sostenere, punta a risolvere le situazioni di conflitto tra la necessità di liberare degli spazi pubblici o privati occupati e chi si trova in condizioni di estrema fragilità e rischia di finire in mezzo alla strada da un momento all’altro perché inserito nella lista degli sgomberi. Una risposta concreta, attraverso l’offerta di soluzioni alternative temporanee, alla deriva securitaria e demagogica con cui troppo spesso questo tema viene affrontato. La seconda riguarda invece la regolarizzazione di chi, in possesso dei requisiti per accedere agli alloggi popolari, si trova a occuparne uno senza averne titolo di assegnazione. 

Su questo tema ho più volte detto come la penso: i provvedimenti di regolarizzazione, per essere efficaci e non rischiare di ripetersi periodicamente senza risolvere il problema, dovrebbero essere messi in campo contestualmente alle riforme, in questo caso alla riforma complessiva della legge regionale sul diritto all’abitare, sulla quale peraltro si sta lavorando. Personalmente, avrei dunque ritenuto più opportuno procedere in questo modo, e affiancare una misura di regolarizzazione alla riforma organica della legge regionale in vigore.

Dopodiché: da un lato, insieme ad altri colleghi ho contributo a inserire nella norma diversi correttivi per renderla più stringente, equa ed equilibrata, evitando di legittimare comportamenti illegali non dettati dal bisogno e perseguendo l’obiettivo di liberare le case occupate da quanti già oggi potrebbero rivolgersi al mercato; dall’altro ho votato convintamente un collegato che nel suo complesso è valido e utile, anche se contiene una norma su cui nutro le riserve che ho appena riassunto.

Naturalmente, penso che da oggi la necessità di mettere in campo velocemente una riforma complessiva ed efficace della legge sulla casa sia non più rinviabile: e il mio impegno è quello di continuare a lavorare affinché ciò avvenga al più presto”.

21 febbraio 2020

21 Febbraio 2020