Scrivi S47 nella dichiarazione dei redditi.

Leggi di più: info 2x1000


Via Angelo Bargoni 32/36 00153 Roma
+39 06 87763 051
info@radicali.it

GEORGIA NELL'UNIONE EUROPEA!

Newsletter

La newsletter di Radicali Italiani che racconta le attività e le campagne Radicali e raccoglie le notizie, le iniziative e gli appuntamenti salienti del momento; l’informazione Radicale arriva con Cronache Radicali, chiedi di riceverla!

Notizie e Blog

NOTIZIE »BLOG »

Rammaricati per il risultato, lotta per il federalismo non si ferma

Ci abbiamo creduto fino all’ultimo, ma nonostante gli sforzi Renew Europe non avrà rappresentanza italiana al parlamento europeo. Abbiamo cercato di mettere al centro del dibattito elettorale un’idea di Europa[…]

Read more

Radicali a Lollobrigida: nel water state buttando il Paese

Caro Ministro Lollobrigida, nel water state buttando 1.500 attività, 13.000 lavoratori e oltre 150 milioni di fatturato. Assecondando la sua elegante metafora, ci preme sottolineare che il vostro è un[…]

Read more

Hallissey al sindacato taxi: gli unici abusivi siete voi

Leggendo le dichiarazioni del sindacato dei Taxi mi sono commosso, anche se ritenuto abusivo, ho pur sempre un cuore. Che belle le frasi sui padri di famiglia, un quadro da[…]

Read more

SCEGLI DI ESSERCI

Dal 2001 migliaia di persone hanno sostenuto le nostre battaglie radicali con la loro iscrizione o con una donazione.
Da oggi puoi scegliere di destinare il tuo 2×1000 a Radicali Italiani: è un nuovo modo che hai per sostenere Radicali Italiani e non ti costa nulla.

SCOPRI DI PIÙ >

Una campagna per garantire a tutte le persone il libero accesso all’aborto.
Attraverso azioni informative e proposte di legge, per preservare il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza.

Legalizzare la cannabis significa mettere fine agli affari delle mafie, significa riconoscere ai cittadini la libertà di consumare in modo più sicuro e responsabile, la libertà di curarsi o di intraprendere un’attività economica nella piena legalità.

Firma la nostra petizione per fermare il declino delle carceri italiane. Chiediamo al Parlamento di approvare provvedimenti di amnistia e indulto per ridurre il sovraffollamento e promuovere pene alternative.