Int. a M. Turco - «Quelle carte non bastano per far aprire la cella»

Dalla Rassegna stampa

 

I Radicali in Aula si esprimeranno contro l'arresto, onorevole Maurizio Turco?
«Credo proprio di sì».

Perché ha votato per togliere la libertà a Papa, Angelucci e Milanese, mentre ora difende Cosentino?
«Ho letto le carte e, in questo caso, ho ravvisato fumus persecutionis. Io non dico che Cosentino sia innocente, ma che c'è accanimento da parte dei giudici. Deve essere il processo a decidere se deve andare in galera».
Perché ritiene inconsistente l'accusa di concorso esterno in associazione camorristica?
«Cosentino viene accusato di cose che non hanno rilievo penale. Non va ascritto alla criminalità comune, ma alla criminalità politica. Perché il modo di muoversi in certe zone, quando si fa carriera in un partito, è quello».
Perché si è appellato a Saviano?
«Gli ho chiesto un contributo di conoscenza. Io credo nella capacità di Saviano di leggere fatti per me incomprensibili e mi piacerebbe che lui dicesse una parola. Perché in Gomorra non si parla di Cosentino?».
Il coordinatore del Pdl in Campania è il referente politico dei Casalesi, accusano i giudici di Napoli.
«Mi piacerebbe sentire anche la voce di Raffaello Magi, il giudice del processo Spartacus. Cosentino era lì, in quelle zone e in quegli anni, però in quelle inchieste il suo nome non emerge».
La Lega ha votato sì all'arresto.
«La posizione della Lega non ha ragione di esistere. Non si manda uno in galera perché appartiene a un'altra maggioranza».

 

© 2012 Corriere della Sera. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Ti potrebbe interessare anche:

GIOVEDI 14 GENNAIO 2016 - ORE 17 Consiglio regionale della Toscana – Sala del Gonfalone via Cavour n. 4, Firenze Partecipano: On. Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Padre Fausto Sbaffoni, vicario della Parrocchia di San Marco e direttore della biblioteca Spirituale A....
Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani: "Uno dei tre giudici della Corte costituzionale eletti ieri dal Parlamento è il professor Giulio Prosperetti, che attualmente è giudice di Corte d’appello dello Stato Città del Vaticano". "A giudicare della conformità delle leggi alla...
Per quel che riguarda noi radicali, lo sciopero della fame di dialogo e fiducia continuaComunicato dei circa cinquanta dirigenti e militanti radicali in sciopero della fame di dialogo e fiducia, ormai da tre settimane:Nella lunga intervista rilasciata al Messaggero, con tutta evidenza misurata...