Segretario del Partito Radicale incontra Napolitano, Schifani e Fini

Demba Traoré, Segretario del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, avvocato del Mali nonché ex deputato all’Assemblea Nazionale, ha incontrato fra ieri ed oggi le massime cariche istituzionali dello Stato italiano. Nel pomeriggio del 7 marzo – in occasione dell’inaugurazione della mostra a Palazzo Giustiniani sui rapporti Stato-Chiesa – il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e il Presidente del Senato, Renato Schifani, lo hanno ricevuto e salutato, accompagnato dalla vice-Presidente del Senato Emma Bonino e dal senatore Radicale Marco Perduca.

Demba Napolitano Schifani Bonino

 Demba Napolitano Schifani Bonino

La mattina dell’8 marzo, il neo-eletto Segretario del Partito – assieme al Tesoriere Maurizio Turco, Marco Pannella ed Emma Bonino – è stato ricevuto a Montecitorio dal Presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini.

«È stato un incontro doveroso dal punto di vista istituzionale ma anche molto gradito», ha commentato il Presidente della Camera, «ed è rilevante che ci sia una forte attenzione per i diritti civili, da parte del Partito Radicale, non solo in campo nazionale ed europeo, ma anche a livello internazionale»

Traorè, Fini, Pannella, Bonino, Turco Traorè, Fini, Pannella, Bonino, Turco

Traorè, Fini, Pannella, Bonino, Turco Traorè, Fini, Pannella, Bonino, Turco

Nel pomeriggio, Demba Traoré è rientrato nella sua città del Mali, Bamako.

La settimana scorsa il Segretario Traoré è stato in missione a New York con Emma Bonino – in occasione dell’apertura della 56a sessione della Commissione sulla Condizione delle Donne dell’ONU – per partecipare all’evento dal titolo “La messa al bando universale delle mutilazioni genitali femminili: dalla Decisione dell'Unione Africana ad una Risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite”, organizzato da Non c'è Pace Senza Giustizia (soggetto costituente il Partito Radicale) e dalla Coalizione Internazionale BanFGM.

La riunione – cui hanno assistito circa duecento partecipanti tra attivisti dei diritti umani, diplomatici, funzionari delle diverse agenzie ONU dedicate alla protezione dei diritti delle donne e dell’infanzia e semplici cittadini – ha visto la presenza, fra le altre, del Ministro Elsa Fornero.



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.